venerdì 22 luglio 2016
27, 28, 29 e 30 Luglio - La Grande Musica a Montecastelli

La grande musica e i grandi interpreti tornano a Montecastelli. In realtà non se ne sono mai andati: a oltre un anno dalla sua apertura, la sala dell’Auditorium della Compagnia non ha mai visto periodi lunghi di pausa. Dopo l’estate si sono avuti i concerti di autunno e poi Natale, per ricominciare sin dal febbraio di quest'anno a proporre importanti programmi di musica da camera.


Ma ancora una volta è l’estate a fornire i piatti più ricchi: comincia mercoledì 27 Luglio una quattro giorni ininterrotti di concerti serali in compagnia di interpreti quali i fratelli Hagen e i loro prestigiosi amici e colleghi. Tutti nomi di musicisti di chiara fama internazionale, vincitori di importanti concorsi e frequentatori delle maggiori sale da concerto del mondo. I fratelli Hagen, tanto per citare gli interpreti principali, suonano tutti su strumenti Stradivari e la loro normale attività si divide tra l’insegnamento nelle più prestigiose accademie di musica del mondo, quali il Mozarteum di Salisburgo, e le registrazioni presso presso una casa discografica come la Deutsche Grammophon, una tra le più importanti, se non la più importante, casa discografica del pianeta.


27, 28, 29 e 30 Luglio 2016: queste le date nella quali, sul far della sera, Montecastelli si tinge dei colori della grande musica da camera: questo primo assaggio del sontuoso festival estivo, che vedrà ancora una settimana di concerti verso la metà di Agosto, è quasi interamente dedicato a Dvorak. Del compositore dell’Europa dell’Est saranno presentate sonate, terzetti, quartetti, quintetti e la famosa Serenata per archi op. 22.
E’ stato detto una volta che “i grandi interpreti devono fare i grandi programmi”: niente di più vero, e gli Hagen non lasciano certo a desiderare: accanto a Dvorak saranno eseguiti Haydn, Tchaikovsky, Mendelssohn, Schubert e Fauré.


Io oso aggiungere che “i grandi interpreti sanno anche essere modesti e simpatici”, e nei quattro giorni curati dagli Hagen e dai loro amici non mancheranno così le musiche popolari, specialmente della tradizione dell’europa orientale, musiche che da sempre hanno ispirato i sommi compositori delle epoche classica, romantica e moderna, basti pensare, un esempio fra tutti, ai temi conduttori del Sacre du Printemps di Igor Stravinskij.


L’invito è quello di venire a Montecastelli nell’ultima settimana di Luglio e passare qualche giornata lontani dal frastuono di un mondo che ormai corre alla velocità dei segnali in una fibra ottica. Sulla cima di un colle quasi a punta, tra le colline metallifere della Toscana detta, chissà perché!, la Toscana “minore”, in un borgo di pochi agglomerati abitativi, ma ricco soprattutto di bosco e di campagna, si potrà abbandonare, almeno per il tempo di un respiro, la frenetica vita quotidiana e ritrovare quell’unica vera peculiarità della


nostra quotidianità di essere umani: quella di produrre o di fruire l’arte. L’arte che in apparenza non “serve” a niente è l’unica attività che contraddistingue l’uomo dal resto degli esseri viventi: si dipinge un quadro, si compone una poesia, si scrive musica per il solo piacere di farlo, per il solo fatto che quell’azione ci fa sentire realizzati.
La stessa cosa vale nella fruizione di quell’arte: il visitatore, l’ascoltatore, il lettore ritrovano una parte di se stessi nell’opera che un altro ha semplicemente saputo “estrarre" meglio di loro dal groviglio delle sensazioni, ma che coglie in pieno anche la loro essenza, che li fa sentire veramente se stessi.


Cosi “poco" ci basta per vivere meglio: Montecastelli Pisano, con i suoi luoghi e con la sua musica...... è tutto questo.


Si conceda ciascuno di noi lo sforzo di entrare in empatia col mondo della musica da camera e il premio che ne riceverà lo ripagherà da tutte le fatiche.


Mi si lasci ancora una volta concludere con le parole del poeta:


Or ti riman, lettor, sovra ‘l tuo banco,
dietro pensando a ciò che si preliba,
s’esser vuoi lieto assai prima che stanco.


(Dante, Paradiso X, 22-24)


Il Presidente dell’Associazione “Il Poggio”
Giacomo Brunetti


---


Di seguito il programma delle serate:


Montecastelli Chamber Festival, diretto da Lukas Hagen
27, 28, 29 e 30 Luglio 2016


INFO & PRENOTAZIONI:
www.ilpoggiomontecastelli.com/it/Eventi/
info@ilpoggiomontecastelli.com


Siamo in via Maggio 1, Montecastelli Pisano 56041 (PI)


---


Mercoledì 27 Luglio, ore 19:30


Concerto gratuito all’aperto
davanti al sagrato della Chiesa di Montecastelli


G. Goltermann
F. Mendelssohn
P. I. Tchaikovski


---


Giovedì 28 Luglio, ore 21:00


presso Auditorium della Compagnia;
Adulti: 15 Euro / Studenti e under 16: Gratuito


A. Dvorak, Quintetto No.2 per archi, Op. 77
J. Brahms, Duo per pianoforte a 4 mani, Walzer Op. 39
Danze Popolari


---


Venerdì 29 Luglio, ore 21:00


presso Auditorium della Compagnia;
Adulti: 15 Euro / Studenti e under 16: Gratuito


G. Fauré, Quartetto No.2 per pianoforte, Op. 45
A. Dvorak, Terzetto per archi, Op. 74
A. Dvorak, Quintetto per pianoforte, Op. 81


---


Sabato 30 Luglio, ore 21:00


presso Auditorium della Compagnia;
Adulti: 15 Euro / Studenti e under 16: Gratuito


J. Brahms, Quartetto No.1 per pianoforte, Op. 25
A. Dvorak, Sonatina per violino e pianoforte, Op. 100
A. Dvorak, Serenata per archi, Op. 22